Collina Cardina

Home / Itinerari / Collina Cardina

Descrizione

PUNTO DI PARTENZA: Como, passeggiata lungolago di fronte all’hangar
QUOTE:200-450m
DISLIVELLO: 250m
SVILUPPO: 3km solo andata
DURATA: 1.30h andata
ORIENTAMENTO: All’interno del bosco i segnavia a volte scarseggiano. Questo potrebbe causare delle difficoltà di orientamento
PERIODO: Tutto l’anno
FREQUENTAZIONE:  Media
DIFFICOLTÀ: Facile e adatta a tutti


Si parte da Como zona stadio, dove si imbocca la passeggiata Lino Gelpi fino a Villa Olmo. Ci si porta sul retro della villa all’interno del grande parco impreziosito da numerose essenze arboree e si prosegue verso il nuovissimo Ponte della Conoscenza, che permette di superare la trafficata Via per Cernobbio. Oltre si piega a sinistra uscendo dal Parco della Conoscenza per uno stretto portale in via Caronti. Si sale ripidi per la strada asfaltata passando accanto al vecchio convento delle Suore Canossiane ora abbandonato e si prosegue in salita entrando in Via Bignanico. Sempre dritti si costeggia una casa di cura della Ca’ d’Industria, restando sempre lungo la via Bignanico. Al successivo bivio con Via Belgioioso proseguire lungo la acciottolata via Panoramica San Pietro e salire decisi fino al primo tornante verso sinistra. Abbandonare la strada, costeggiare in piano un campetto di calcetto ed entrare nel bosco. Al termine del tratto in piano la stradina si restringe con un tornante e riprende a salire costeggiando la recinzione di una villetta. Rientrare di nuovo nel bosco e al successivo bivio prendere il sentierino a sinistra in salita. Proseguire seguendo i rari cartelli con segnato “Cardina” fino ad incontrare una serie di piccole balze con dei gradini di terra battuta, in parte crollati. Salirli e continuare in falsopiano. Dopo una serie di tornanti il sentiero giunge ad un quadrivio: andando a sinistra si esce dal bosco al culmine della collina di Cardina nei pressi di una bella villa (qui si incontra una stanga per impedire il passaggio dei veicoli). Svoltare a destra lungo la strada e poi subito dopo una casa scendere a sinistra incontrando le postazioni di artiglieria della Prima Guerra Mondiale.Proseguendo oltre si può scendere al Laghetto di Cardina, inaspettata oasi di tranquillità dove sono soliti pascolare dei cavalli.Il rientro è lungo la via di salita oppure seguendo la asfaltata Via Cardina che conduce a Monte Olimpino, servito dai mezzi pubblici.


 Scarica il pdf dell’itinerario

WebGIS: interroga la mappa!


Ingrandisci mappa